winter1.jpgwinter2.jpgwinter3.jpgwinter4.jpgwinter5.jpgwinter6.jpgwinter7.jpgwinter8.jpgwinter9.jpg

Principi ispiratori


principi

L’intento della scuola è fare dell’Istituto un luogo di innovazione e un centro di aggregazione culturale e relazionale che abbia lo studente come protagonista.
A tal fine gli obiettivi individuati dal RAV sono stati integrati con i principi ispiratori del servizio scolastico di seguito elencati:

Una scuola in funzione dello "star bene" e del “successo scolastico”.

L’Istituto fa propria l'idea di una scuola finalizzata a realizzare:

-) un ambiente significativo e dialogico per l'educazione-formazione, per l’istruzione e il successo     scolastico dei giovani;

-) le condizioni perché lo sviluppo delle dimensioni formative e culturali tendano a favorire lo star     bene con se stessi, con gli altri e con le istituzioni (con riferimento in modo particolare agli studenti     ma anche a tutte le altre componenti).

Una scuola che progetta.

Il lavoro di programmazione dell'anno, da parte dei diversi organi collegiali, assume come condizione di partenza la situazione dei bisogni, delle aspirazioni e dei disagi eventuali per offrire come risposta aree di progettazione. I vari progetti didattico-educativi vanno qualificati da obiettivi pertinenti e controllabili finalizzati al miglioramento dei diversi aspetti della vita scolastica. Si assume pertanto la cultura della progettazione educativa che implica riflessione e trasformazione nel modo di concepire, di vivere e di organizzare la scuola. I diversi progetti si muovono all'interno delle finalità già note della scuola e nell'ambito dell'autonomia scolastica. La particolarità consisterà nel concentrare energie e risorse su determinati settori e obiettivi avvertiti di volta in volta come bisognosi di particolare attenzione per superare problemi o per conseguire vantaggi sul piano formativo.

Una scuola come comunità formativa.

L’Istituto assume l'idea di una scuola come "comunità formativa" da attuare tramite:

-) la valorizzazione e responsabilizzazione della persona e di ogni persona;

-) la valorizzazione della dimensione partecipativa e di collaborazione nel rispetto degli altri e nel     confronto con gli altri;

-) "l'educazione alla legalità", oggi particolarmente urgente, come condizione per un corretto     inserimento nella società e nelle istituzioni.

Una scuola che valorizza l’eccellenza.

Una scuola che riconosce e premia attitudini e capacità particolari.

Una scuola in dimensione orientante.

Una scuola che assume l’orientamento come una dimensione a cui riservare un’attenzione particolare mediante progetti specifici in linea con le indicazioni legislative degli ultimi anni.

Una scuola che favorisce l’inclusione.

Una scuola attenta all’inserimento e all’inclusione di nuovi soggetti (stranieri) o di soggetti con particolari situazioni di disagio.

Una scuola che sceglie la trasparenza.

Una scuola che sceglie consapevolmente la via della trasparenza (e non come semplice obbligo di legge), intesa come naturale costante comunicazione-informazione sul proprio lavoro e sulle sue motivazioni soprattutto nei confronti delle famiglie e degli studenti.

Una scuola che si valuta.

Una scuola che valuta periodicamente il proprio lavoro attraverso questionari rivolti agli alunni e ai genitori, disponibile a migliorarsi e correggersi.

Una scuola aperta sul territorio.

Una scuola che si pone sul territorio in atteggiamento di collaborazione con le sue istituzioni nell’accettazione di eventuali proposte culturali e formative in linea con la propria progettazione.

Una scuola aperta alla collaborazione.

Una scuola che sviluppa progetti in RETE insieme ad altre istituzioni scolastiche della Provincia e coinvolge le comunità straniere.

Una scuola aperta alla mondialità.

Una scuola che si preoccupa di allargare gli orizzonti per sensibilizzare i giovani ai grandi problemi dell’umanità, alle sfide del mondo contemporaneo superando localismi e provincialismi.

Una scuola orientata alla didattica digitale

Una scuola che prevede lo sviluppo delle competenze digitali e l’uso consapevole della rete.

Copyright © 2014. I.I.S. "Grazio Cossali" - Orzinuovi - Via Milano, 83 tel. 030/941027
PEC: bsis01300g@pec.istruzione.it - e-mail: istituto@cossali.gov.it - BSIS01300G@istruzione.it



Autorizzazione all’uso dei cookie
Questo sito web utilizza cookie tecnici per fornire una migliore esperienza di navigazione e la funzionalità di alcuni servizi del sito. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante [Ok], acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Privacy Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento.
Per ulteriori informazioni visualizza la Cookie Policy